Nov 19, 2016 Curiosità 0 commenti

Aumentare la durata delle batterie in inverno con lo scaldamani

Avrete notato che durante la stagione invernale, con l’arrivo del freddo, le batterie dei dispositivi elettronici tendono a scaricarsi molto più velocemente del normale.

Le temperature molto fredde hanno un effetto negativo sulla chimica interna che però può essere parzialmente contrastato con un piccolo scaldamani che aiuta a mantenere la carica delle batterie.

Il suggerimento arriva dal fotografo David Bergman la cui fotocamera rimarrebbe a secco di batteria tutte le volte che esce per scattare foto nelle fredde giornate invernali. Così ha adottato un piccolo stratagemma: uno scaldamani (tipo questo) in tasca a contatto con le batterie di riserva per la fotocamera.

Il calore emanato dallo scaldamani preserva la carica della batteria consentendo al fotografo di continuare a scattare foto anche nelle condizioni più difficili.

Bergman suggerisce anche di evitare di lasciare i dispositivi elettronici o le batterie principali o di riserva in borse o zaini senza uno scaldamani o qualcosa di altrettanto caldo per evitare che perdano nel nulla la loro carica.

Le fotocamere non sono, naturalmente, gli unici dispositivi che possano beneficiare di questo trucco. Lo stesso principio vale anche per gli smartphone (le temperature basse scaricano in fretta anche la batterie dell’iPhone) e vale anche per le automobili anche se, ovviamente, non può bastare uno scaldamani per tenerle al caldo.

Questo è un trucco per dispositivi e batterie di dimensioni contenute come, appunto, smartphone, MP3, fotocamere e le loro batterie.