SEO e Motori di ricerca

Facciamo trovare il sito agli utenti che stanno cercando attività come la vostra

Non fatevi cercare. Fatevi trovare.

Un sito internet, per quanto possa essere gradevole alla vista, ben studiato graficamente, con animazioni accattivanti, con contenuti aggiornati e con pagine accessibili difficilmente arriverà al target di utenza che il Cliente si era prefissato al momento della creazione.

Questo perché, fino a che non appare nei motori di ricerca, risulta praticamente irraggiungibile, salvo nel caso in cui l’utente conosca il nome a dominio.

L’indicizzazione nei motori di ricerca attraverso delle parole chiave consente all’utente che sta cercando un determinato prodotto di trovarlo grazie a delle parole chiave adatte e corrispondenti all’attività, marchio o prodotto che si vogliono pubblicizzare.

seo e motori di ricerca

SEO Base

Il posizionamento base prevede un’analisi del sito internet del Cliente, l’individuazione  e studio degli argomenti trattati, rielaborazione e ottimizzazione della struttura delle pagine.

SEO Professional

Il posizionamento professionale alle precedenti caratteristiche aggiunge valutazione dei contenuti nel confronto con i competitors, attività off-page e Social, copywriting e link building.

Motori di ricerca, chi ne ha bisogno e quali sono i benefici?

Oggi sono 38,4 milioni gli utenti italiani che mensilmente si collegano al Web di cui 16,8 milioni da cellulare e 2,7 milioni da tablet (dati Audiweb); il 90% ogni mese utilizza i Motori di Ricerca come Google, Yahoo!, MSN, Libero, Virgilio, Lycos, Altavista, Aol ed altri ancora, per muoversi nell’infinito spazio di siti che Internet offre.

Questi dati dimostrano che dal punto di vista quantitativo tali strumenti non hanno nulla da invidiare ai canali tradizionali (Tv, Radio e Stampa), ma l’aspetto più rilevante è legato alla qualità dei contatti generati attraverso di loro.

Infatti, l’utente che arriva sul sito internet dai motori di ricerca, è di sicuro la persona meglio predisposta e più interessata possibile; questo perchè egli ha effettuato una ricerca manifestando, attraverso la parola chiave, un bisogno e si aspetta che il risultato rappresenti il modo attraverso cui soddisfarlo.

In pubblicità per calcolare il prezzo di una campagna si usa stabilire un costo/contatto ossia si suddivide la spesa iniziale per il numero di contatti che si raggiungono con il messaggio.

Per fare un esempio, se una pubblicità su una pagina di giornale costasse mille euro e il giornale fosse letto da mille persone, il costo/contatto sarebbe di € 1,00. Ma se lo leggessero in diecimila, il costo scenderebbe a € 0,10 per lettore.

Sul web e sui motori di ricerca questi calcoli non si possono fare con una certezza assoluta, ma si possono fare delle stime.

Senza considerare il numero di utenti mondiali che ogni mese effettuano ricerche sui motori, utilizziamo il numero di abitanti di una regione ipotizzando che si utilizzi un motore di ricerca una volta sola in un anno: nella sola Lombardia, con nove milioni di abitanti e potenziali utenti, il costo/contatto scenderebbe a cifre infinitamente basse, inferiori al millesimo di euro.

Ecco perché essere raggiungibili da tutti, comporta una spesa minima e il massimo beneficio.